Intervista ad ARIZONA ROSS

Oggi al Sole e Luna Blog siamo in compagnia di Arizona Ross, autrice de Il ponte tra me e te.

Grazie per averci dedicato il suo tempo. Iniziamo subito con le domande.

Chi è Arizona Ross, quando scrive e quando non scrive?

Ci tengo innanzitutto a salutare tutti voi dello staff di Sole e Luna Blog e tutti i lettori. Vi ringrazio per lo spazio che mi dedicate. Venendo alla domanda…. Quando scrivo sono una sognatrice, capace di perdersi in altre città, in altre personalità, in altri mondi e di vivere vite completamente diverse dalla mia. Quando non scrivo sono un avvocato penalista, pronta a studiare enormi fascicoli processuali e a recarmi in Tribunale con la mia toga.

Cosa l’ha legata alla scrittura?

Ciò che mi ha legata alla scrittura è sicuramente la mia grande passione per la lettura, che coltivo sin da bambina. La lettura ha sviluppato la mia immaginazione e la mia voglia di sognare e questo mi ha portata a scrivere.

Autori che maggiormente l’hanno influita, o pensieri che l’hanno influita?

Amo leggere gli autori e i generi più vari, dai classici come 1984, Jane Eyre, Il Grande Gatsby, alle storie più contemporanee, come quelle romantiche di Nicholas Sparks o i thriller di Dan Brown… tutto ciò che leggo, in un modo o nell’altro, mi spinge a riflettere e, quindi, influisce sui miei pensieri e sulla mia scrittura.

Raccontaci in breve di cosa parla il tuo romanzo.

Il mio romanzo racconta la storia di una giovane ragazza che si trasferisce a New York per studiare alla Columbia University e che si troverà catapultata in un modo a lei sconosciuto, in cui dovrà affrontare i suoi dubbi per il futuro, dovrà capire quali sogni inseguire, sostenere nuove amicizie e, soprattutto, gestire un imprevedibile e grande amore che avrà forti ripercussioni sulla sua vita.

Quale personaggio la rispecchia maggiormente?

Il personaggio che mi rispecchia maggiormente è la protagonista, Rose. Sono introversa, riflessiva e spesso indecisa come lei, ma riesco sempre a trovare dentro di me la forza per andare avanti e inseguire i miei sogni.

Si parla di una ragazza che insegue prima un sogno, la Columbia University ma che poi ne segue un altro, in qualche modo è il riflesso della sua vita?

Sì, devo ammettere che ho preso spunto dalla mia esperienza personale. Da adolescente desideravo diventare avvocato e ci sono riuscita… ora sto inseguendo il mio nuovo sogno, quello di diventare scrittrice. Credo che non sia così raro ascoltare se stessi e rendersi conto che ciò che si desiderava un tempo non corrisponde più ai sogni attuali.

Che colore e che aggettivo affiderebbe ad ognuno dei suoi personaggi?

Il colore di Rose è il blu e l’aggettivo forte. Eric il grigio, con le sue sfumature, e l’aggettivo inquieto. Aaron il giallo, solare. Olivia il rosso, passionale. Dawson marrone e volubile, mentre a Brandon riservo il bronzo e l’aggettivo confuso.

Progetti per il futuro?

Sicuramente scrivere un altro libro! Ho già un’idea nel cassetto…

Grazie ad Arizona Ross per essere stata con noi.

Intervista a cura di Rosanna Sanseverino

Condividi adesso!
Precedente Recensione: Il tuo sorriso controvento, Elle Eloise - Delrai Edizioni Successivo Recensione a: "La maledizione del re" di Philippa Gregory, Sperling & Kupfer edizioni

Lascia un commento

*