#Recensi-Dì: Una collana di perle – Cristina Pezzica

Tralasciando le paure, affrontiamo ora un’antologia, anzi una collana, di perle, di libri divisi da colori per tematiche. 

Vi parlo di “Una collana di perle” di Cristina Pezzica. 

E parliamo di… perle!

Perle rosse = storie d’amore

Perle verdi = storie di viaggi

Perle bianche = storie di animali

Perle nere = storie del mistero

Le storie, i personaggi sono slegati tra di loro ma sono accomunate dal forte desiderio di comunicare un sentimento, un sussulto del cuore.

Perle rosse consta di tre racconti “Dono d’amore”, “Conchiglie” e “Un sogno da film”.

Di questa sezione Dono d’amore è quello che più mi ha emozionata, lasciando in me una sensazione di malinconia perché è la storia di Rodolfo, giovane imprenditore, e Amira, una mendicante incontrata al supermercato. Si tratta di una storia di un amore puro che raramente si può incontrare, una storia di coraggio, forza che sfida ogni pregiudizio.

E’ la storia che quotidianamente viviamo tutti noi, il nostro correre che ci fa soffermare su cose futili perdendoci l’essenziale, che spesso si nasconde in volti, cuori, occhi in cui non oseremmo mai rifletterci.

Non distruggerò i tuoi sogni, donna occidentale, pensò Amira

con un tuffo al cuore, mentre finiva di preparare il pacchetto

regalo. Io non sono come loro. E fa troppo male, quando la

persona che amiamo ci viene strappata.

 

A seguire tante altre storie che mi hanno travolta nella lettura, e che hanno reso l’autrice una reinterpretazione di Verga, perché scrive in modo proprio ed originale di argomenti rivisti, sentiti, senza cascare nel banale, nel futile, nella noia. Argomenti apprezzabili non solo per la maestria dello scrivere ma anche perché sono letture dinamiche, veloci, che a primo impatto possono sembrare “leggere” ma che a me hanno dato molti temi e spunti su cui riflettere.

 

Recensione a cura di Rosanna Sanseverino

Condividi adesso!
Precedente #Recensi-Dì: Quello giusto per me - Natasha Madison Successivo #Segnala-Dì: La danza del negromante - SJ Himes

Lascia un commento

*