#Segnala-dì Le differenze di Federico Di Gregorio

Continuiamo il nostro appuntamento #Segnala-dì con un libro interessante, un romanzo breve che affronta il tema del talento.

  • Titolo: Le differenze.
  • Autore: Federico Di Gregorio.
  • Casa Editrice: Delos Digital.
  • Pagine: 77.
  • Formato: KINDLE.
  • Genere: Romanzo breve.

La ricerca della perfezione non aveva i limiti della sensatezza, viaggiava dimenticandosi della vita, imprigionata nel sacro vizio: voler essere impeccabile.

Così inizia questa storia, questo breve saggio introspettivo di Federico Di Gregorio, nato a Teramo classe 1985. Un saggio che affronta il rapporto con il talento, il diverso modo di approcciarsi di ogni personaggio sia all’errore sia alla quotidianeità. Il protagonista è Bernard, una promessa dell’atletica leggera che in un momento decisivo della sua vita decide di cambiarne la rotta perchè non più spronato dalla passione che da sempre lo aveva reso una promessa, ritrovandosi a rispolverare la sua vecchia passione per la musica.

Il desiderio era l’unica cosa che le piccole ossessioni non erano riuscite a scardinare. Il mondo era fermo, il tempo era fermo, il desiderio era vivo.

Intorno a questo personaggio, ruotano figure come Gino Sermi, il suo allenatore, la madre, lo zio, il suo amico Riva ed infine Giulia. Ognuno di loro con un ruolo ed un peso determinante nelle scelte che Bernard compirà.

E’ un romanzo breve che è arrivato per caso nella mia vita, anzi nelle mie letture, incuriosita dal titolo, mossa anche io come Bernard a cambiare la rotta della mia vita. L’ho definito il libro “che salva”, perchè affronta tutte quelle differenze che caratterizzano ogni uomo, tutte quelle scelte e non scelte che ci portano verso l’irrimediabilità o la felicità, affrontando le sensazioni, turbamenti laceranti di un uomo che ha commesso un omicidio, l’angoscia nel non avere certezze né una famiglia che ti ami che ti porta all’incapacità di creare rapporti autentici, arrivando ad assaporare, toccare con mano la profondità delle emozioni che ci rendono esseri umani.

Come possono i sogni sparire?- mi chiese ricordandomi che in fondo, lei, di sogni non ne aveva mai avuti.

 

Recensione a cura di Rosanna Sanseverino

Condividi adesso!
Precedente #Segnala-dì Il mio posto è con te di Kimberly Knight Successivo #Segnala-dì Satin di K.C. Wells

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.