Recensione a: “Prova ad amarmi” di Sylvia Kant

download (1)Sono sempre stata convinta che, nella maggioranza dei casi, è il romanzo a scegliere il lettore e non viceversa. “Prova ad amarmi” è la prova che questo pensiero è veritiero. Non leggo e-book, quindi della classifica di Amazon a me non interessa, non conosce Sylvia Kant, come invece è accaduto con altre autrici self scoperte da grandi case editrici, ho comprato il suo romanzo solo richiamata dalla storia.

Se a questo aggiungo anche che i romanzi erotici non mi attraggono mai, creo il connubio perfetto per essere sempre più convinta che io questo romanzo dovevo leggerlo!

Difficilmente riuscirete a inserire questo libro in un genere letterario, perché nelle sue quasi 500 pagine, a mio avviso, li racchiude quasi tutti. E il segreto della bellezza di questa storia è proprio questo perché questo mix è esplosivo e sorprendente. Mentre leggi non sai mai cosa aspettarti.

Si pensa alla storia d’amore, perché di amore si parla, ma questo rapporto a due è davvero molto particolare e non solo per il mestiere di Antony, ma perché si sviluppa seguendo quello che potrebbe essere la realtà.

Angela e Antony hanno passati e caratteri differenti. Mentre la prima, se pur adottata, ha passato un’infanzia felice, circondata dall’amore di una famiglia, lui, al contrario, ha un passato turbolento, costellato di lutti e dolore. Non voglio raccontare molto sulla trama di questo libro, perché per ogni parola che scrivo ho la sensazione di svelare troppo. Vi dirò soltanto che non dovete aspettarvi nulla di scontato. Le scelte che i personaggi che compiranno apriranno sempre più possibili sviluppi della trama e non è detto che l’autrice scelga proprio quello che voi immaginate.

Non è una storia all’acqua di rose, ci sono passaggi molto forti ed è quindi una lettura consigliata a un pubblico di soli adulti. Forti per quanto riguarda il sesso. Antony è il gigolò più richiesto dall’alta società newyorkese e un motivo ci sarà se le donne, e non solo, sono disposte ad alleggerirsi il portafoglio per portarselo a letto. Forte anche per i contenuti perché i personaggi di questo romanzo non sono “brave” persone.

Vi troverete in mezzo a un intricato gioco di potere in cui sarà difficile distinguere i buoni dai cattivi, perché in realtà anche i buoni nascondono qualcosa che potrebbe farvi cambiare opinione nei loro confronti.

Non è facile raccontare senza voler svelare, per questo mi fermo qui.

Ci tengo solo a dire una cosa. I romanzi ci scelgono, e lo fanno anche in momenti molto particolari della nostra vita. Ho iniziato a leggere questo libro senza troppe aspettative e mi sono trovata ad amarlo come mi è accaduto con pochissime altre storie. A voi è mai capitato di avere dubbi sulla vostra vita e di trovare le risposte dentro le pagine di un romanzo?

Ecco, questo mi è accaduto con “Prova ad amarmi”. Sono riuscita a guardarmi dentro e a capire quello che volevo realmente.

Quindi ringrazio l’autrice per aver creato inconsapevolmente una storia di questo tipo e soprattutto ringrazio Antony che con la sua somiglianza fisica e caratteriale, mi ha fatto capire che l’amore può nascondersi anche dentro persone che ne sembrano immuni, bisogna solo trovare il tasto giusto per farlo salire in superficie.

Recensione a cura di Laura Bellini

 

 

 

 

 

Condividi adesso!
Precedente Segnalazione libro "Così vicini" di Arianna Cesana Successivo Recensione a "Tentazioni" di Argeta Brozi

Lascia un commento

*