Recensione a “Abbracciami più forte” di Marilena Broccola

forte
La recensione

Sinossi

Simone è il neo direttore di un’importante Fondazione bancaria; tuttavia, il successo professionale non riesce a ripagarlo dall’amarezza che gli ha lasciato la relazione con la direttrice. Ora che lei se ne è andata, non si sente ancora pronto a cedere all’attrazione che in fondo prova per Martina, una ragazza intelligente e spigliata che non nasconde l’interesse nei suoi confronti e che con pazienza torna ogni volta da lui, cercando di farsi addomesticare come la volpe del “Piccolo Principe”.
Martina ha un master in editoria digitale, è al suo primo vero lavoro e, soprattutto, ha sette anni meno di lui. “E’ solo una bambina” si dice Simone, anche quando i suoi occhi profondi e scuri si posano sul corpo slanciato di lei, sui suoi seni appuntiti sotto alla maglietta, sulla bocca innocente che desidererebbe schiudere in un bacio appassionato. Però non è come con Anna Laura, con lei la passione si confonde con la tenerezza, la semplice amicizia si mescola ad un sentimento ancora difficile da ammettere, eppure Simone non vuole rischiare di perdere la testa e di soffrire ancora una volta.

IL MIO PARERE (Patrizia Braggion)

Seconda pubblicazione per Marilena Boccola, il suo genere è decisamente il romantico e questa storia lo conferma. Questa volta inizia col punto di vista maschile, non facile per una donna, penso sempre che sia da coraggiosi scrivere da un punto di vista opposto al proprio, poi continuando nella lettura c’è anche il  p.o.v di Martina, in questo modo entri anche nei suoi pensieri. Non è una storia lunga, ma l’ho trovata ben bilanciata, scritta in modo semplice e fluido, la particolarità di Marilena sono le descrizioni. I nostri protagonisti passano delle giornate a Mantova dove, attraverso le parole di Simone, l’autrice ci fa conoscere questa città d’arte e riesce a creare un atmosfera magica, una vera guida che ti fa scoprire le bellezze nascoste, rendendo romantica anche la visita al museo, dove ti incanta con i resti di due amanti, dei quali vorresti sapere di più, la vita, cosa li ha portati fino lì, ai giorni nostri, in un abbraccio eterno, ma ho paura che questa sia un’altra storia.

Ho apprezzato che non racconta un colpo di fulmine o una storia di passione immediata, ma un innamoramento lento, costante, come capita spesso nella vita, una conoscenza per gradi, fino ad arrivare alla consapevolezza di provare qualcosa, un sentimento, un amore vero e non solo attrazione fisica. Simone è un uomo, che ha raggiunto una posizione lavorativa importante, ha responsabilità, deve coordinare un team, portare avanti progetti , ma rifugge da qualsiasi sentimento che sia affetto o amore, a causa di una storia molto passionale, finita da poco, ma non solo. Martina è una ragazza di 24 anni, laureata ed in cerca del suo primo impiego, è frizzante, una ventata d’aria fresca, fin da subito è attratta da Simone, ma la sua forza è la pazienza, gli sta accanto, senza mettergli fretta, una presenza dolce e discreta. Ci sono molti dialoghi tra di loro e un tocco particolare lo danno le citazioni del piccolo principe che si adattano perfettamente alla loro situazione, creando scambi di battute più ricercate e dando  significati più profondi alle parole.

Cosa aspettate, venite a leggere questa storia e seguite Simone nella scoperta dell’amore. Come farà Martina a farlo capitolare? In questa storia c’è anche tanta amicizia, Simone è circondato da amici ed alcuni di loro gli saranno d’aiuto in questa riscoperta di se stesso.

Patrizia

Condividi adesso!
Precedente "Un'altra occasione" Nuova uscita libresca per Mew Notice! Successivo Blogtour "Oltre il buio il tuo respiro": Intervista all'autrice

Lascia un commento

*