Recensione “Una boule de neige per San Valentino” – Lombardi

Trama: 

Patrick Duboiseiker, noto per la sua bellezza e l’alone di mistero che lo circonda, è uno dei più famosi Dreiker che abbia mai solcato i Sette Mari di Idirion. Renèe Beumont è una giovane restauratrice, molto apprezzata nel suo ambiente, e specializzata nel recupero di oggetti esoterici ed oggetti medievali. Le loro strade sono destinate ad incrociarsi magicamente, come i loro Mondi: distanti ma allo stesso tempo vicini. Tra la passione che esplode sconvolgendo le loro vite e le incomprensioni che minacciano la loro storia appena nata, riusciranno a spezzare la maledizione che lega Patrick ad una delicata boule de neige?

Anche qui Samantha ci regala una storia breve, romantica e molto emozionante. Ho apprezzato molto la storia di Patrick e Renèe. Mi sono ritrovata un po’ nella protagonista, sognatrice, e la tenacia di Patrick è qualcosa che ogni uomo dovrebbe avere.

Anche qui qualche piccolo refuso da non sottovalutare che però non rovina la storia, nonostante l’editing sia per me una cosa molto importante.

Molto leggera, mantiene viva la curiosità e in una serata l’ho divorata.

Lo consiglio davvero, la sera, sognare un po’ fa sempre bene.

Un estratto?

«Anthea… dove sei?» disse mentre entrava in casa, la gatta la raggiunse iniziando a fare le fusa. «Ho combinato un casino» le disse mentre si abbassava ad accarezzarla «ho ferito la persona che forse sarebbe stata la più importante della mia vita… anzi che sto dicendo… la persona che è la più importante della mia vita…» aggiunse sospirando.

«Su questo siamo perfettamente daccordo…» disse la calda e sensuale voce di Patrick. Renée alzò lo guardo e si bloccò di colpo guardando nella sala: lì, appoggiato al davanzale della finestra cera Patrick che teneva la boule in mano.

 boule Recensione a cura di Sara Cordioli

Condividi adesso!
Precedente Entra nella TOP 5 AUTORI 2018 - BANDO DI CONCORSO Successivo Recensione "Il matrimonio di Leros e Pelthya” - Samantha Lombardi

Lascia un commento

*