Recensione a “Il Circo delle Pecore” di Nicola Furia

Il Circo delle Pecore
Recensione di Francesco Leo

Nicola Furia presenta al pubblico Il Circo delle Pecore, noir di grande impatto emotivo.
La trama ruota attorno al colpevole di un delitto e ci proietta con forza in un mondo crudo e violento: la realtà.
Originale l’idea di Furia. Sfrutta l’elemento mediatico per denunciare l’indole di sottomissione presente nella razza umana. Un sottomissione, stavolta, non in senso corporeo ma di pensiero. Da qui il titolo che paragona l’umanità a un enorme circo di pecore.
Macchiata di satira e impregnata del dramma, lo scritto si presenta di buon livello e guidato da un’idea innovativa.
Lo stile semplice e il vocabolario adatto a tutti rende il volume una lettura scorrevole e frenetica. Furia riesce a far correre il lettore sempre più veloce verso l’epilogo.
Un libro che, nonostante la brevità, riesce ad insegnare ad arricchire il bagaglio letterario ed emotivo di ognuno servendosi di riferimenti concreti e preminenti nella vostra vita.

Un estratto a dimostrazione dell’alto impatto stilistico dell’autore:


“Il sudore si mischia alla pioggia. La vista si annebbia. I polmoni, intrisi di catrame, urlano vendetta. Ma Roccia non molla. Nessuno finora è stato così vicino a quell’infame, a pochi passi dalla cattura. Avrà tempo, domani, per chiedersi se sia il coraggio o solo l’incoscienza dei suoi ventidue anni a dargli l’energia e la tenacia necessaria per proseguire la caccia.”

Recensione a cura di Francesco Leo.

Condividi adesso!
Precedente Come neve sugli scogli - Annarita Pizzo Successivo Love is a dangerous game-Giuseppina Vitale

Lascia un commento

*