Recensione: Deliver me – F. Gibson

Eccovi un’altra recensione sul genere m/m, prima però vi lascio la trama!

Parliamo di Deliver Me, di F. Gibson.

Taggart Lee ha tutto. Fama. Denaro. Tutto, a parte l’amore. Tag è l’esausto cantante dei 7’s Mistress, la più grande rock band del mondo. Dopo quindici anni nel giro, ci sta ormai affogando. Un’improvvisa tragedia, però, lo costringe a prendersi una pausa dalla tournée e dalla monotonia che è diventata la sua vita. Quando incontra uno splendido uomo sulla panchina di un parco, vede un’ancora di salvezza. Il dottor Erik Henrikson aveva pensato di aver incontrato l’uomo della sua vita.

In realtà era l’uomo sbagliato.

Un anno dopo la rottura, ha ancora un lucchetto che tiene chiuso suo cuore. Poi incontra Lee, qualcuno la cui vita è stata appena stravolta. Quando scopre la sua vera identità, Erik butta via la chiave, deciso a tenere ben chiuso il suo cuore.

Tag ha due settimane per fare in modo che il dottore lo desideri. Ha tre mesi per provargli che non lo farà soffrire. Una tragedia li fa incontrare. Bugie e tradimenti li separano. Basterà l’amore per liberarli?

Parto col dirvi che ognuno è solo al mondo a modo suo e questo libro lo dimostra. Per essere un genere m/m, riesce a tenere alta la concentrazione del lettore nelle varie vicessitudini dei personaggi. Siamo difronte a Lee Holloway in arte Tag, circondato dalla sua band, dalla manager e la musica e incastrato in un mondo che lo vuole come rockstar e non come Lee – 

Per il mondo, era Taggart Lee, dio del rock. A casa, nel Tennessee, era solo Lee Holloway. 

– ed Erik realmente solo nella vita tenuto su dal forte desiderio di crearsi una famiglia. La vita per Lee è amara, perde la sorella durante il parto che però gli lascia questo inatteso, dolce, gioioso dono: Delilah. Sarà difficile per Lee prendersi cura di una bambina, per chi è sempre stato solo nella vita, ma sarà grazie a lei che Lee conoscerà Erik, pediatra della piccola bambina che vorrebbe tanto un bambino da crescere.

Una bambina piccola li aveva fatti unire. Ora, una donna ormai adulta li teneva assieme.

Sarà ad Erik che Lee affiderà la piccola Delilah quando dovrà proseguire le tappe del suo tour. Oltre alla bambina, lascerà anche il suo cuore, perchè ormai è chiaro che entrambi i cuori si appartengono.

 Erik non riusciva a distogliere gli occhi dal sedere strizzato nei blue jeans attillati che gli camminava di fronte.

Ma le difficoltà non tardano ad arrivare…

Non mancano però anche le scene di sesso che sono molto controllate soprattutto nel linguaggio e colpi di scena sempre in agguato. Il linguaggio è scorrevole, composto e lieto. Un libro dalla facile lettura che non porta via molto tempo e che permette l’immedesimazione del lettore soprattutto nelle scelte difficili che entrambi i ragazzi dovranno prendere.

Se lo consiglio? Be’ certo, correte a conoscere Lee, Erik e la piccola Delilah.

Lasciatevi coccolare da questa inaspettata storia d’amore.

Recensione a cura di Rosanna Sanseverino

Condividi adesso!
Precedente Segnalazione: Piccole bugie - Jennifer Miller Successivo Segnalazione: Black Wizard, Ed. Completa - Lullaby

Lascia un commento

*