Recensione a GLITTER: Avventure di una fatina – Stefano Carloni

Francesco Leo recensisce per voi Glitter, avventure di una fatina, di Stefano Carloni.

Trama:

Una piccola fata, nata in una foresta inglese, decide di esplorare il mondo. Conoscerà gli umani e sarà coinvolta nelle loro vicende, imparerà ad amare, a odiare e a soffrire, e scoprirà quali abissi di male e di bene può contenere un cuore, per quanto minuscolo esso sia.

Stefano Carloni si presenta con un’opera che dal titolo suggerirebbe adattarsi per lo più a un pubblico fanciullo. Ebbene, ecco il primo colpo di scena: siamo davanti a un’interessantissima narrazione che può essere tranquillamente letta da una fascia di lettori più matura, e ciò è permesso dai temi trattati.

La trama ruota attorno a Glitter, fata nata in un bosco inglese, che sceglie di abbandonare il sicuro giaciglio di casa per esplorare il mondo. Ed ecco che inizia un fantastico viaggio volta alla conoscenza di persone, con le loro debolezze e punti di forza.

Punta dell’iceberg dello scritto, infatti, è proprio l’analisi camuffata da prosa scorrevole e spensierata dell’animo umano. Si toccano argomenti come amore, goliardia, indole solidale e lealtà, ma anche egocentrismo, sadismo e cattiveria.

L’autore resta con sapienza all’esterno delle vicende che accadono, riuscendo a disquisire col giusto tatto con il lettore, spesso chiosando i lati più intrinsechi degli aspetti proposti. Un romanzo capace, nella sua brevità, di dare segnali importanti alle persone e donare loro un senso di soddisfazione e spunti di riflessione al termine della lettura.

Una lettura che riesce ad intrattenere quanto a mettere in moto la testa.

 

Recensione a cura di Francesco Leo

Condividi adesso!
Precedente Blog Tour - Rya Series: ASPETTANDO DECEPTION, Barbara Bolzan Successivo Quello giusto per me - Segnalazione Quixote Edizioni

Lascia un commento

*