Recensione a LE PAURE DEL CUORE di Silvia Bortoli

paure cuore
La recensione di Adriana

E buongiorno a tutti, cari lettori! Oggi voglio parlarvi del libro che ho appena terminato di leggere: Le paure del cuore di Silvia Bortoli. Prima partiamo da una breve trama.

TRAMA

I protagonisti di questo libro sono Giulia e Fabio: lei, una donna impacciata, insicura e una grande sognatrice; lui, il tipico ragazzo snob e famoso don giovanni del paese. Lei ha un lavoro stabile; lui è un fuori corsista universitario. Lei ama i libri; lui ama divertirsi e portare ogni sera una nuova “preda” nel suo letto. Che cosa avranno in comune due tipi così diversi? Semplice, Giulia è innamorata di Fabio da ben quattordici anni! Sono passati ormai anni da quando si è innamorata di lui, ma Fabio non lo sa. La definisce, addirittura, una ragazza stramba e quasi quasi problematica.

E’ il compleanno di Giulia e la sua migliore e unica amica, Mari, decide di organizzarle una festa a sorpresa. Chi c’è tra gli invitati? Fabio, ovviamente. La serata è una tortura, però alla fine è filato tutto liscio. L’unica nota positiva della serata è il regalo di compleanno: un bellissimo viaggio a Santorini in compagnia di Mari. Finalmente Giulia può rilassarsi lontano da tutto e da tutti e può essere se stessa anche se per poco. Però, sembra quasi che Cupido ce l’abbia con lei. Infatti ecco che si ritrova faccia a faccia con Fabio anche a Santorini. I tre ragazzi passano le serate insieme. Giulia inizia a sbloccarsi e mano a mano accetta il fatto che tra lei e Fabio può esserci solo e soltanto una semplice amicizia.

Passano i giorni e Giulia decide di offrirsi come tutrice per aiutare Fabio a superare gli esami universitari. Però, più passa il tempo, più Fabio si rende conto di iniziare a provare qualcosa per Giulia.

Fabio a un certo punto  non riesce più a fare a meno della ragazza. Gli ricorda troppo la persona più importante della sua vita: la sua ormai defunta nonna. Era l’unica in grado di capirlo e di apprezzarlo per quello che è davvero. Solo sua nonna era riuscita a scavare nel profondo del suo cuore e a capire che persona d’oro è in realtà. Fabio e Giulia finalmente stanno insieme, però devono affrontare ognuno le proprie debolezze e insicurezze. Quando ormai sembra tutto perduto, finalmente, capiscono che solo lottando insieme riescono a superare tutti i loro ostacoli. Questo sarà un nuovo inizio per loro. Sarà la loro favola, proprio come i libri che Giulia ama leggere.

LA MIA OPINIONE

Bene, iniziamo!

Innanzitutto voglio precisare che questo è uno dei generi letterari che amo leggere. Infatti, appartiene al genere contemporary romance.

Il libro consta di circa 160 pagine. E’ suddiviso in 51 capitoli ed è narrato in prima persona da entrambi i punti di vista. Questo libro mi è particolarmente piaciuto anche per questo motivo. Infatti, adoro quando sono i personaggi stessi a parlare. Riesco ad entrare nel personaggio più facilmente e a provare le emozioni dei protagonisti.

Anche se si tratta di un contemporary romance, tra le righe è possibile leggere un tema molto importante che aleggia tra le menti degli adolescenti: la poca autostima. Andiamo ad analizzare i protagonisti.

Giulia è impacciata e molto riservata. E’ insicura e non ama mettere in mostra il proprio corpo. Si nasconde dietro dei vestiti troppo larghi e non si sente all’altezza di Fabio. Lui è troppo bello per stare con lei. E’ questo il suo pensiero. Ha un’autostima pari a zero. Infatti, lei stessa è consapevole di “avere più libri che amici”. Giulia preferisce di gran lunga stare a casa a leggere un buon libro d’amore e a rimpinzarsi di biscotti al cioccolato, piuttosto che uscire con i ragazzi e divertirsi.Giulia ha tutto nella sua vita, o quasi. Ha un buon lavoro, una casa, una famiglia che le vuole molto bene e la sua migliore amica Mari. L’unica cosa che le manca è l’amore. L’amore con la A maiuscola e che le fa venire le farfalle allo stomaco. Però sa bene che, fin quando non troverà il coraggio di stare tra la gente e sentirsi accettata, non potrà mai trovare l’amore della sua vita. Purtroppo, il suo è un problema che risale ai tempi del liceo. Giulia è sempre stata una ragazza abbastanza incarne e le sue compagne di scuola non perdevano tempo a ricordarglielo con stupidi nomignoli imbarazzanti come “ciccia bomba”. Giulia vede Fabio come “bello e dannato” e se stessa come “la sfigata del gruppo”.

Fabio è il classico ragazzo che tutte le adolescenti vorrebbero avere come fidanzato: bello, affascinante, muscoloso, con un gran bel sorriso e con una voce profonda. Lui è consapevole del suo fascino e sa perfettamente che tutte le ragazze sbavano per lui. Tant’è vero che ne approfitta, portandosi dietro una lunga scia di cuori infranti. Però, sotto questo suo lato da strafigo c’è nascosto il suo lato debole. La sua grande debolezza è la perdita della sua amata nonna. Lei era l’unica che lo sosteneva e che vedeva il buono in lui. L’unica donna importante della sua vita. L’unica, fin quando non arrivò Giulia. Si passa dall’indifferenza all’amore puro, vero e proprio. Prima di Giulia, Fabio era un vero e proprio adolescente, nonostante la sua età. Aveva pensieri infantili del tipo “non vedo l’ora di laurearmi, anche se non so cosa farò da grande”. Il ragazzo ha dentro di se un grande tormento. Sta vivendo una vita senza sogni. Sta facendo tutto quello che i suoi genitori vogliono per lui. Non è padrone della sua vita. Sta vivendo un sogno non suo. Fabio è circondato da amici, le donne non gli mancano, eppure si sente perdutamente solo. Questo avviene quando hai un vuoto dentro te incolmabile. Fin quando non arriva Giulia a stravolgere la sua vita. Adesso si sente speranzoso e crede davvero di poter meritare l’amore che questa donna è pronta a donargli.

Come ho già precisato all’inizio, il tema fondamentale di questo libro è l’autostima. Questo romanzo può essere la dimostrazione del fatto che non conta l’aspetto esteriore, ma conta quello che si ha dentro. Contano i sentimenti, l’affetto, l’amore e il rispetto. Infatti, nel racconto vedrete che c’è una figura in particolare ( non sto qui a farvi spoiler) che sarà l’esatto opposto di Giulia. E vedrete voi stessi che fine farà questo personaggio.

L’autrice ha un linguaggio molto semplice e scorrevole. Il più delle volte è come se si indirizzasse direttamente a noi lettori e questo permette di entrare ancora più a fondo nella vita dei personaggi stessi.

-TU SEI BELLISSIMA! Sei meravigliosa! E non mi riferisco solo al tuo corpo. Sei la persona più incredibile che abbia mai conosciuto.
Von questa frase ci ricolleghiamo al tema portante del libro: accettazione di sé stessi. Giulia non riesce a vedere la propria bellezza. Fabio la guarda attraverso gli occhi dell’amore e la considera come una dea,  come se fosse lo scoglio su cui aggrapparsi,  la sua forza.

Detto ciò, vi assicuro che questo libro vi piacerà tantissimo! Quindi, buona lettura!

Ps. Fatemi sapere che ne pensate dopo averlo letto 😉

Adriana Sanfilippo

Condividi adesso!
Precedente Recensione a "Il mio angelo" di Lina Giudetti Successivo Recensione a "Il sigillo di Aetherea" di Pietro Ferruzzi

Lascia un commento

*