#Recensi-Dì: Un Alpha per Gabe – Shannon West

Oggi parliamo di Un Alpha per Gabe, quarto volume della serie di Shannon West, ambientata in Carolina, che racconta le vite dei lupi mannari e dei suoi pet.

Abbiamo parlato di Marco e Nicky, di Rory e Casey, di Logan e Ian e adesso cambiamo branco, passiamo sotto il controllo dell’Alpha Zack. 
Gabe e l’Alpha si incontrano perché il ragazzo varca senza saperlo i confini del suo territorio. Gabe è un mannaro, trasformato più di un anno prima da un lupo che ha ucciso la madre e lasciato lui in un’area di servizio, credendolo morto. Si scoprirà solo alla fine del racconto la verità su quella notte. 

Zack capisce subito che quel bel ragazzo sarà il suo compagno per la vita. Lo desidera, lo ama. All’inizio del racconto troviamo un Gabe ferale, simile a Nicky, del primo romanzo. Gabe rifiuta la sua condizione di mannaro proprio per la brutta esperienza avuta un anno prima e per il fatto che nessun lupo si sia mai preso cura di lui. 

Il mistero si infittisce quando qualcuno taglia i freni all’auto di Zack, rischiando di uccidere Gabe, e quando poi l’Alpha viene avvelenato.

 Si scoprirà la verità solo perché Gabe punta i piedi, per difendere il suo amore per il capobranco, a cui nessuno sembra credere. Rischierà la vita per lui.
Un’altra storia di Shannon West a lieto fine, che mi ha tenuto compagnia in una domenica noiosa. Lo stile di scrittura è fresco, mai noioso, e le “lotte” tra Alpha e pet fanno sorridere perché nessun pet dal carattere forte accetta senza riserve di sottomettersi al volere totale di un Alpha. Il romanzo è della lunghezza giusta, a mio parere, perché lascia il lettore contento. Non è né troppo corto, né eccessivamente lungo. 
Questa serie sui lupi mannari mi è piaciuta più di quanto mi aspettassi e l’amore che i lupi provano per i loro compagni è totale e immutabile e, magari sarò una sognatrice, ma trovo che sia una cosa bellissima.

Il suo compagno era rannicchiato su un fianco e sul suo dolce viso erano evidenti le tracce delle lacrime. Zack tirò indietro le coperte e gli si sdraiò accanto, mettendosi a cucchiaio. Gabe si rannicchiò contro di lui con un leggero gemito, poi si mosse irrequieto, aprì gli occhi azzurri e lo fissò. Si sdraiò sulla schiena, continuando a guardarlo in faccia.

«Beh, devo ammettere che sei più bello della maggior parte dei tizi con cui mi sveglio di solito. Hai… abbiamo… ehm?»

Zack si agitò, inquieto, odiando l’idea del suo bellissimo pet che si svegliava con altri uomini. «No,» rispose in tono più brusco di quanto avesse voluto. «Non sono uno stupratore. Quando ci accoppieremo per la prima volta sarà perché tu mi desideri più di qualsiasi altro uomo tu abbia mai desiderato prima. E sarà un bene, perché sarò anche l’ultimo uomo con cui andrai a letto.»

Recensione a cura di Sara Cordioli

Condividi adesso!
Precedente #Recensi-Dì: Sempre e solo lei - Claire Kingsley Successivo #Segnala-Dì: Un amore inaspettato - F.V. Estyer

Lascia un commento

*

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.