#LettoAPuntino: Un tè, biscotti di pasta frolla e un libro

Buongiorno a tutti dal vostro Dario e bentornati nella rubrica “Letto a puntino”.

Il leitmotiv di questa settimana è: quest’inverno non sembra essere passato per niente!

Per questo motivo, i protagonisti culinari di questa settimana sono dei friabilissimi biscotti in pasta frolla montata, da accompagnare con un buon tè caldo, un libro e una coperta stando seduti sul divano.

Il libro che vi consiglio questa settimana è un libro che ho nel cuore: One day, di David Nicholls. Questo è un romanzo romanticissimo, che ho amato fin dalla prima lettura. Anche se non sembra, io sono una persona ad alto tasso glicemico, da prendere a piccole dosi per non finire con i denti cariati. Ecco, questo romanzo fa proprio per me. Sarà che il racconto mi ricorda l’evoluzione della mia personale storia d’amore, questo non so dirvelo di preciso, però l’ho adottato come uno dei miei libri preferiti.

Per la cronaca, vi consiglio anche il film. Preparate i fazzoletti!

Veniamo a noi e alla trama del libro:

Edimburgo, 1988. È l’ultimo giorno di università, e per Emma e Dexter sta finendo un’epoca. Si sono appena laureati e il giorno successivo partiranno per iniziare la loro nuova vita. Dopo una serata di festeggiamenti e grandi bevute sono finiti nello stesso letto. Quel giorno, il 15 luglio 1988, Dexter ed Emma si amano e si dicono addio per la prima volta, decidendo di rimanere solo amici. Emma andrà a Londra dove farà la cameriera in un pessimo ristorante messicano in cui incontrerà Ian, uomo con cui intreccerà una relazione e andrà a convivere, e, successivamente, riuscirà a ottenere un impiego come insegnante di Lettere.

Nel frattempo Dexter entra nel mondo dello spettacolo presentando un programma televisivo di dubbio gusto. È diventato dipendente dalle droghe, dal sesso facile e dalle personalità di bassa categoria che popolano il suo mondo solo apparentemente perfetto. Ma ogni 15 luglio è un momento speciale per entrambi: dove sarà Emma, cosa farà Dexter? Per venti anni, in quel giorno, si terranno in contatto. Nel corso di venti anni, ogni anno, per un giorno, saranno di nuovo assieme e si racconteranno tutto, senza poter mai dire di essere innamorati l’uno dell’altra.

Ora, come di consueto, vi do la ricetta dei biscotti.

Io ho usato:

  • 250 gr di burro MOLTO MORBIDO (potete metterlo anche per qualche secondo nel microonde con la funzione scongelamento);
  • 375 gr di farina 00;
  • 150 gr di zucchero a velo;
  • 2 uova medie intere + 1 tuorlo;
  • Aromi (io ho usato la buccia di un limone, potete usare vaniglia o quello che preferite);
  • Un pizzico di sale.

 

Come prima cosa bisogna montare il burro in planetaria (o con le fruste elettriche) insieme agli aromi e al pizzico sale. Quando diventa bello spumoso, si aggiunge lo zucchero a velo e si continua a sbattere il tutto per 5-10 minuti (1). A questo punto si aggiungono le uova, una alla volta (2). Non aggiungete l’altro uovo, finché il precedente non è stato ben incorporato. Finito di montare (3), spegnete la macchina e inserite la farina setacciata utilizzando una spatola di silicone (4).

Prendete una sac a poche con un beccuccio a stella grande (5) e riempitela con il composto appena creato (6). Formate dei biscotti (7) su una teglia (io ho usato la carta forno, ma vi consiglio di cuocerli direttamente sulla teglia, la cottura sarà migliore) e farciteli come volete. Io ho usato della granella colorata (8), ma voi potete usare le ciliegie candite, le mandorle, oppure lasciarli così come sono. Potrete anche glassarli con il cioccolato fondente dopo che si saranno freddati (gnam gnam)!!!

Fate riposare i biscotti in frigorifero per un’oretta prima di infornarli (9) a 180° per 10-15 minuti. Attenzione a non cuocerli troppo. Dovranno rimanere chiari (10). Fateli freddare bene (se riuscite a resistere) prima di mangiarli.

Anche per oggi è tutto. Ci vediamo martedì prossimo per un nuovo articolo di Letto a Puntino.

Ciaooooo,

Dario

Condividi adesso!
Precedente #Intervista-Dì: Eliana Deleo Successivo #Recensi-Dì: Poison - Daniela Ruggero

Lascia un commento

*

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.