Crea sito

Chi ha paura del linchetto- Storie e ballate del folclore lucchese di Alessio del Debbio

Alessio

Alessio del Debbio torna ad incantarci con i suoi scritti dal gusto folcloristico e magico. Oggi ci presenta Chi ha paura del linchetto?

Un romanzo sulle storie, ballate e leggende lucchesi.

Scopri qui il libro

Chi ha paura del Linchetto. Storie e ballate del folclore lucchese è un ibrido tra un canzoniere e una raccolta di racconti.

Attraverso le ballate di Joe Natta, le illustrazioni di Silvia Talassi e i racconti conclusivi di ogni sezione scritti da Alessio Del Debbio, si sviluppano i cinque temi presenti nel testo (Fate e streghe, Folletti, Diavolo, Creature fantastiche, Luoghi magici) e si portano alla luce le leggende e le storie del territorio lucchese in un’inedita forma multimediale.

Anche stavolta non ho risposta, solo il tuo sguardo assente, lo sguardo che fissa il vuoto oltre la fine del mondo. Sospiro e finisco la mia birra, poi bevo anche la tua. Faccio per alzarmi e buttarle via quando sento un rumore di carta stropicciata. È un attimo, soltanto un attimo, ma il dito si muove sulla mappa e traccia deciso un percorso verso una nuova avventura.

La recensione richiede una premessa: sono toscana. A dire il vero, maremmana, quindi proveniente dagli antipodi della lucchesia. Eppure, le leggende attorno a Lucca messe in campo da Joe Natta e Alessio Del Debbio non mi erano estranee.

Hanno quel sapore di campagna e di collina toscane in cui sono cresciuta, profumano di erba alta, campi di grano e notti umide e stellate.

Chi ha paura del Linchetto. Storie e ballate del folclore lucchese è un libro squisitamente toscano.

Suddiviso in cinque aree tematiche (Fate e streghe, Folletti, Diavolo, Creature fantastiche, Luoghi magici), guida attraverso le ballate e i racconti alla scoperta del territorio lucchese e delle sue leggende.

Ogni sezione contiene i testi delle canzoni e un racconto conclusivo che tira le fila dell’argomento.

Ma la particolarità del progetto non sta tanto nella bellezza dei racconti – gradevoli, ben scritti e più simili a una favola narrata attorno alla stufa su cui cuociono le castagne, invece di una vera e propria composizione letteraria – quanto alla multimedialità dell’opera. Il libro, infatti, è solo un tassello del progetto di Joe Natta e le leggende lucchesi: sul canale youtube, infatti, si trovano le ballate contenute nel volume e leggerlo con in sottofondo il ritmo frizzante, popolare e un po’ folk di Joe Natta è un’esperienza da non perdersi.

In sostanza: Chi ha paura del Linchetto. Storie e ballate del folclore lucchese è un libro da leggere e da ascoltare, compagno ideale per chi ricorda con un po’ di nostalgia le scampagnate sui boschi e le corse in bicicletta, o per chi vuole scoprire un territorio che ha tanto da offrire.

Recensione a cura di Giulia Manzi

5/5

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.