#LettoAPuntino: Il profumo della mimosa

Buongiorno fidati lettori e bentornati nel consueto appuntamento con Letto a Puntino.

Oggi è il 6 di Marzo, quindi è il giorno perfetto per farvi avere la ricetta di una torta dedicata a tutte le donne, che potrete preparare per il prossimo 8 Marzo. Ovviamente parlo della torta Mimosa, che con i suoi colori e la sua estetica ci ricorda il fiore simbolo della festa della donna.

Per quanto riguarda il libro che ho deciso di affiancarvi, vi parlerò di un foto-libro che ha conquistato le classifiche di tutto il mondo. Sto parlando di “Storie della buonanotte per bambine ribelli. 100 vite di donne straordinariecreato da Francesca Cavallo, Elena Favilli e illustrato da oltre 60 illustratrici in giro per il mondo.

La scelta è ricaduta su questo libro per due motivi.

Il primo è abbastanza ovvio: parla di donne che sono passate alla storia per il loro coraggio e per i loro sogni. Il secondo è meno ovvio: mi piace il fatto che questo libro, con il suo successo planetario, sia stato finanziato grazie ad un crowdfunding. Chi mi conosce, sa che anche il mio libro uscirà grazie ad un progetto di questo tipo, chissà che non sia di buon auspicio. Incrociamo le dita.

Le due autrici sono dovute “scappare” in USA per raggiungere questo traguardo, mi piace pensare che si possa fare anche rimanendo nel Bel Paese. 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Sinossi:  

C’era una volta… una principessa? Macché! C’era una volta una bambina che voleva andare su Marte. Ce n’era un’altra che diventò la più forte tennista al mondo e un’altra ancora che scoprì la metamorfosi delle farfalle. Da Serena Williams a Malala Yousafzai, da Rita Levi Montalcini a Frida Kahlo, da Margherita Hack a Michelle Obama, sono 100 le donne raccontate in queste pagine e ritratte da 60 illustratrici provenienti da tutto il mondo. Scienziate, pittrici, astronaute, sollevatrici di pesi, musiciste, giudici, chef… esempi di coraggio, determinazione e generosità per chiunque voglia realizzare i propri sogni.

Veniamo ora alla ricetta della torta mimosa.

Ingredienti per una torta da 18 cm di diametro:

  • 6 uova
  • 180 gr di zucchero
  • Estratto di vaniglia (q.b.)
  • Qualche goccia di colorante giallo in gel
  • 210 gr di farina 00

Per la crema diplomatica:

  • 4 tuorli
  • 150 gr di zucchero
  • 30 gr di amido di riso
  • 30 gr di amido di mais
  • Estratto di vaniglia (q.b.)
  • 500 ml di latte
  • 300 ml di panna
Procedimento:

Per preparare il pan di Spagna, montate le 6 uova (1) con lo zucchero (2), l’aroma di vaniglia e qualche goccia di colorante alimentare giallo (3). Bisogna montare il composto per circa 10 minuti a velocità sostenuta, fino a quando sarà ben spumoso. Dopo che il tutto è stato montato, aggiungete la farina setacciata (4) e mescolate con una spatola con movimenti dal basso verso l’alto, per non smontare il tutto (5). Imburrate due tortiere da 18 cm (o, come nel mio caso, degli anelli da pasticceria) e inserite una parte di impasto in ogni tortiera (6). Ne serviranno due perché con una andrete a fare la torta vera e propria mentre con l’altra farete dei cubetti per guarnire la torta esternamente. Infornate il pan di Spagna in forno ventilato a 170° per circa 22 minuti.

Mentre il pan di Spagna è in forno, preparate la crema diplomatica. Inserite in una ciotola le 4 uova (7) e metà zucchero (75 gr) andando subito a mescolare con la frusta per evitare grumi (8). Dopodiché inserite gli amidi e continuate a mescolare (9). Ponete sul fuoco il latte con l’altra metà dello zucchero e l’aroma di vaniglia (10). Portate ad inizio bollore, spegnete e inserite il composto fatto in precedenza (11). Riaccendete il fuoco a fiamma bassa e mescolate in continuazione fin quando la crema non coagulerà. Spegnete il fuoco e inserite la crema in un contenitore freddo per bloccare la cottura (12). Coprite con la pellicola a contatto, per evitare la fastidiosa crosticina e mettete in frigorifero fino a completo raffreddamento. Prendete il pan di Spagna cotto e freddato ed eliminate con un coltello a seghetta (13) i bordi e la parte superiore (che saranno marroni per via della caramellizzazione).

L’interno sarà di un bel giallo intenso.

Tagliate il pan di Spagna in 3 dischi. Con l’altro pan di Spagna andate a tagliare i cubetti che serviranno per guarnire l’esterno della torta (14).

Per concludere la crema diplomatica, montate la panna e inseritela nella crema pasticciera, con movimenti dal basso verso l’alto per non smontare il tutto (15).

 

 

 

 

 

 

È arrivato il momento di assemblare la torta. Iniziate dal disco inferiore, bagnandolo con l’alchermes (16). Io utilizzo quello ma voi potete usare quello che preferite. Mettete la crema diplomatica (17) e passate al disco superiore facendo la stessa cosa. Quando avrete finito, ricoprite tutto l’esterno della torta con la crema diplomatica (18). Cospargete la torta con i cubetti di pan di Spagna (19) e mettete dei fiorellini (20) commestibili per guarnizione (assolutamente facoltativo).

Il gioco è fatto! Una torta buonissima e di grande effetto. Se volete vedere un video esplicativo per questa ricetta, vi invito a cliccare qui. Ci saranno tutti i passaggi spiegati in una mia videoricetta.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Ancora auguri a tutte le donne!

Dario

Condividi adesso!
Precedente Intervista-Dì: Andrea Bindella Successivo #Laura-Dì: La figlia del matematico - Laura Kinsale

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.