#Recensi-dì: Portobello Road

Ecco la recensione a Portobello Road!

E voi, ai sogni ci credete?

E per questa recensione ho scelto come colonna sonora Sono sempre i sogni a dare forma al mondo di Luciano Ligabue

LA RECENSIONE

Ciò che mi piace di alcuni libri, non tutti eh, è la capacità di penetrarti attraverso i gesti, le emozioni provate dai protagonisti più che dai loro dialoghi.

Esprimi un desiderio e portalo nel tuo cuore. Qualsiasi cosa tu voglia. Tutto ciò che vuoi. Ne hai uno? Bene. Non puoi mai sapere da dove arriva il miracolo, il prossimo sorriso, il sogno realizzato. Eppure, se credi che si trovi proprio dietro l’angolo e apri il tuo cuore e la mente a questa possibilità, alla sua certezza… potresti davvero ottenere ciò che sogni. Il mondo è pieno di magia. Devi solo crederci con tutto il cuore

Ecco, questa è la premessa con cui inizio questa recensione.

Dall’ultimo libro che ho recensito eravamo a Milano, adesso ci spostiamo a Londra in compagnia di Anna, la protagonista di questo romanzo.

Anna è una ragazza che ha amato e peso, rincorso e lottato per ciò che crede ed ama, ostinata a non mollare. Ha accantonato per un momento il suo sogno di diventare scrittrice, ha cambiato casa, amicizie, modo di vivere e cosa importante, ha cambiato anzi migliorato il suo modus operandi, il suo pensiero.

E come ogni nuova avventura, nella vita di Anna ci saranno persone determinanti per le sue scelte.

Ci sarà Tara, che la spronerà ad inseguire il suo sogno, John, il vecchio antiquario del paese da cui avrà molto da apprendere, un po’ come un papà che ti tiene fra le mani e ti mostra la strada che ti rende davvero felice, e poi ci sarà Andrew, bello e dannato. I due si rincorreranno parecchio, ma che ne dite, riusciranno a trovarsi? Scopritelo.

Ogni personaggio, ogni cosa è descritta da Anna in prima persona, attraverso gesti ed emozioni, che rendono il libro un fiume in piena. Il libro ti incatena alle pagine, alle scelte e allo stesso tempo ti ricorda che il momento giusto prima o poi arriva, che ci vuole pazienza e che le persone che non si arrendono arrivano in alto, e quelle che ti puntavano il dito restano lì, ferme e inermi mentre spicchi il volo.

Questo, oltre ad una scrittura fluida, immediata attraversata da citazioni famose, cartoni Disney e insieme alla dedica in prima pagina “Solo se ti rende felice”, è ciò che più mi ha  entusiasmata di questo libro; l’autrice sottolinea il rapporto che Anna ha affrontato con le avversità che l’hanno portata ad allontanarsi dal suo sogno e a come la costanza, la passione con un pizzico di autostima e determinazione riescano a non farti mandare giù, a sfondare la porta di chi ancora una volta con una mail di rifiuto crede di poterti abbattere.

Anche i più grandi scrittori devono essere abili nel trovare gli editori più adatti. Oltre al talento per la scrittura devono avere la capacità di scoprire chi può essere più interessato al loro lavoro. Non credo di essere alla loro altezza, parlo dei grandi autori, ma forse anch’io nel mio piccolo devo cercare altre strade e non mollare.

Il romanzo porta con sé un grande messaggio di amore, prima verso sé stessi e poi verso ciò che sono le nostre passioni, quelle cose che ci rendono Anna o chicchessia. Per cui, ricordiamoci di crederci sempre, contro tutto e contro tutti perché “I sogni son desideri di felicità”.

Sospiro e dentro di me dico a John che qui adesso è tutto davvero perfetto.

Recensione a cura di Rosanna Sanseverino

Precedente Segnala-dì Per te questo e altro Successivo Segnala-dì Lacrime di farfalla

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.