#Recensi-Dì: Un caso qualunque – Salvo di Caro

Questa è la storia di Antonio Pilato, maresciallo dei carabinieri.

Un carabiniere a metà.

“Non avrebbe voluto fare il carabiniere ma suo padre gli aveva sempre detto che uno stipendio fisso era meglio che restare ad elemosinare un lavoro in paese”.

E’ un racconto in media res. Tutto si svolge a Naro piccolo paesino della Sicilia che vive il dramma dei migranti e dell’infanzia.

All’inizio, la Sicilia fa scorrere una vita noiosa, normale e sempre uguale.

Il “caso” più impegnativo del momento, quello che occupava gran parte della sua giornata, era la ristrutturazione della casa dei genitori, ci lavorava da due anni, con il suo stipendio, una moglie precaria e due figli, certo non era facile mettere soldi da parte. 

Dopo pochi capitoli scopriamo che la città nasconde ben più profondi segreti per essere un paesino di gente qualunque che si conosce da tempo, volti sempre uguali. Ci imbattiamo in una Sicilia dilaniata, descritta da azioni “normali” che in realtà non lo sono. Ma è solo abitudine, come quella di dove pagare un supplemento per avere l’acqua, lo sfruttamento dei migranti in quelli che sembrano dolci ed ospitali centri di accoglienza, che catturano presto l’attenzione del maresciallo, o la prostituzione. Ad addolcire queste indagini, ci sono delle amorevoli lettere di una donna, Caterina, che non viene mai presentata, quasi fossero delle pagine di un diario, un amore platonico, impossibile e amaro, incompiuto, e tante piccole ricette che allietano il palato e non solo.

Il racconto, che si classifica come un genere poliziesco, scorre molto velocemente, è un libro succulento, che si fa leggere anche se spesso c’è bisogno di una gran dose di coraggio per ammettere a se stessi che c’è una realtà  definita ironicamente “qualunque” ben più profonda e macabra dietro ogni angolo e ogni persona

Che canzone consiglierò?

Beh, penso nulla di più appropriato di Signor tenente.

Recensione a cura di Rosanna Sanseverino

 

Precedente #Laura-Dì: 300 La saga - Andrea Frediani (Prima parte) Successivo Recensi-Dì: Hai conquistato ogni parte di me - Alessandra Paoloni

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.