Recensione a: “Parole d’amore insano” di Paola Ferrero

2645-Cop-MeiLeggendo queste poesie la prima immagine che ci è venuta in mente è quella della ricerca. Versi che, nella maggioranza dei componimenti, rimandano sempre alla mancanza di qualcosa che manca o che non si ha il coraggio di afferrare. Un immenso bisogno di gridare al mondo che si è parte di esso e non solo spettatore silenzioso della vita che scorre.

Paola Ferrero ci sbatte in faccia molti dei nostri sogni perché chiunque può identificarsi in queste sue poesie e ritrovare un’emozione vissuta. A chi non è mai mancato il coraggio di prendere in mano la propria vita o di fare scelte facili a discapito di qualcosa che invece ci avrebbe sentire vivi?

Parole d’amore insano è il titolo di questa opera e leggendo le poesie si percepisce quanto sia veritiero. Amore malato, non solo verso un’altra persona, ma soprattutto verso se stessi.

Non mancano certo parole di speranza come in

65

“Sento finalmente

di poter contare

su me stessa

e di poter vivere,

finalmente,

una vita diversa…”

Il messaggio di questi versi appare chiaro, pagina dopo pagina e sarà un piacere per il lettore addentrarsi nell’anima di questa favolosa poetessa in grado di rendere i sentimenti che albergano nel nostro animo come fossero tangibili. Parole che trasudano dolore, a volte rabbia, altre desiderio. Parole che sembrano prendere forma. Perché, dopotutto, cosa rimane della nostra vita se non siamo in grado di provare emozioni?

Eccolo il messaggio, chiar e tangibile, che trasuda da questa raccolta. La speranza, la ricerca di se stessi attraverso i sentimenti che la nostra anima è in grado di provare, ma che troppo spesso non ascoltiamo. Dovremmo imparare invece a lasciarsi travolgere da essi, a non riflettere sempre con razionalità, a seguire l’istinto che altro non è che la voce del nostro cuore.

Paola Ferrero ci permette, con i suoi versi, di guardare dentro noi stessi, ci accompagna in un viaggio interiore dal quale ne usciremo di certo più consapevoli anche se, forse, con il cuore un po’ in tumulto.

quando le parole arrivano dove devono arrivare centrando il punto esatto delle nostre emozioni, non conta la metrica, tanto meno la struttura poetica che, come sempre diciamo, non siamo in grado di valutare. Ciò che conta, in casi come questo, è solo e semplicemente la oesia che questa brava poetessa è stata in grado di trasmettere. Poesia come vita, come amore, come speranza.

Vi consigliamo di comprare questo piccolo libro e tenerlo sul comodino, sarà un ottimo compagno in quei momenti in cui avrete bisogno di sentimeno.

Recensione a cura di Laura Bellini e Dylan Berro

 

Condividi adesso!
Precedente Recensione a 'Il tesoro della Vera Cruz' di Roberto Modolo Successivo INTERVISTA A ILARIA COSA, AUTRICE DI "BLOODHUNTERS - I FIGLI DELLA LUNA"

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.