#Segnala-Dì: Dove non arrivavano i treni arrivò la Serie B – Luciano Aprile

Concludiamo questo #Segnala-Dì con il romanzo di Luciano Aprile: Dove non arrivano i treni arrivò la serie B.

Una storia di pallone…

Autore: Luciano Aprile

Titolo: Dove non arrivavano i treni arrivò la serie B. La mia storia nel Matera

Uscita: 20 marzo 2018

Prezzo: € 13

Sinossi:

Sport nazionale, il calcio appassiona migliaia di italiani, il cui televisore trasmette immagini su sfondo verde, atleti impegnati in un lavoro di squadra e prodezze al limite fra bravura e fortuna. Ma solo chi ha giocato a calcio conosce il terrore provato nel fare parte della barriera in un campo fangoso, e solo chi ha sperimentato il professionismo ha provato i disagi delle camerate degli scapoli, delle trasferte a basso costo e delle invidie dei compagni. Luciano Aprile era parte della squadra del Matera nel campionato 1979-’80, in cui la Città dei Sassi visse la gloria – seppure effimera – di arrivare in serie B.

Dove non arrivavano i treni arrivò la serie B è il racconto di una delle vite della “mezzapunta” Aprile, la vita calcistica che si intreccia con quella di lettore, spettatore, ascoltatore, studente universitario e poi professore di Storia e Filosofia. Il suo racconto è all’incrocio delle passioni che lo accompagnano da sempre: quella politica, che lo ha portato a guardare al mondo del calcio come osservatore lucido e critico; quella filosofica, da cui trae le numerose citazioni che aprono i capitoli di una storia individuale e collettiva, privata e pubblica, in cui si mischiano gioco e lavoro, regole e infrazioni, rigori sbagliati e vittorie che sono passate alla storia.

Biografia:

Luciano Aprile è nato a Lecce e ha vissuto a Palermo e nelle Marche (a Osimo) per poi tornare a vivere in Puglia, ad Acquaviva delle Fonti. Come giocatore del Cassano, fu individuato dalla dirigenza del Matera e, trasferitosi nella Città di Sassi, ha partecipato alla sua mitica promozione in B nel campionato 1979-’80. Nel frattempo si è laureato in Filosofia a Bari mentre giocava nel Livorno, in C1, nell’anno in cui quella squadra dichiarò fallimento (1981-’82). Oggi insegna Storia e Filosofia nel liceo della stessa Cassano delle Murge da cui si era avviata la sua carriera calcistica.

Segnalazione a cura di Rosanna Sanseverino

Condividi adesso!
Precedente #Segnala-Dì: Amore senza vita - Patty & Silvana Successivo #Intervista-Dì: Valeria Loredana De Giorgi

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.