Crea sito

Storie degli anni 2000 di Valerio Chiolini

STORIE

Oggi l’opinione passa a Clarissa, che recensisce il libro Storie degli anni 2000 – crescere per imparare, imparare per crescere.

QUI IL LIBRO

Quanto è grande il bisogno che abbiamo di ritrovarci nelle parole? I racconti di Valerio Chiolini servono anche a questo: a ritrovarsi.

“Storie degli anni 2000” è una raccolta di venti piccoli racconti che hanno lo scopo di farci riflettere e di farci comprendere che ogni nostra azione ha una conseguenza sul mondo e sull’ambiente che ci circonda. Insieme all’autore facciamo un viaggio nella città immaginaria di Buttasecchio, dove va a finire tutta la spazzatura accumulata dall’uomo. Qui il generale Cicca e il caporale Straccia stanno organizzando un esercito di rifiuti per attaccare l’umanità. Come potremmo sconfiggerli? E se invece finissimo ad una conferenza di essere viventi, le piante e gli animali cosa avrebbero da dire all’uomo? E se ci trovassimo al posto della nuvola Isidoro, cosa faremmo?

Questi racconti per bambini ed adulti ci aiutano a porci interrogativi costanti: cosa facciamo noi? Cosa possiamo fare per il mondo che ci circonda? Attraverso questa serie di storie vengono proposte tematiche che ci riguardano ogni giorno: il valore degli anziani nella società, quanto sia preziosa l’acqua, quanto sia dannosa la cattiva informazione, che ripercussione ha l’energia nucleare ma anche la digitalizzazione a cui andiamo incontro ogni giorno.

Valerio Chiolini in ogni racconto non dimentica di mettere al centro l’attenzione agli ultimi, agli indifesi: ai paesi del terzo mondo, agli animali, alle piante, a chi non ha possibilità di esprimersi. Attraverso le sue parole ricorda il ruolo che abbiamo nel mondo, le conseguenze che possono avere le nostre abitudini comode e spesso troppo tecnologiche, la lacerazione a cui vanno incontro i rapporti umani.
In queste favole moderne l’autore si rivolge soprattutto ai bambini, che più di tutti gli altri hanno il cuore aperto ed attento a queste tematiche. Ricorda a loro e a tutti noi che un primo passo verso una presa di coscienza collettiva è quella di attuare scelte che non siano nocive per gli uomini e per l’ambiente. È necessario prendere una decisione ed è anche per questo che l’autore chiede al lettore di scegliere quale per lui sia il finale migliore dei suoi racconti. È un modo alternativo per aprire un dibattito ma anche per portarci a conoscerci e a riflettere su noi stessi e sull’ambiente che ci circonda.

Storie degli anni 2000 è una raccolta preziosa che si pone il compito di ricordarci quali sono i valori essenziali a cui ricondurci ma vuole anche ricordarci che siamo sempre protagonisti e custodi del creato e che abbiamo il compito di difenderlo da tutto.

Clarissa Botrugno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.